La prima casa costruita interamente in legno piemontese e isolata con paglia proveniente da un’azienda agricola biologica del territorio.

L’edificio è stato progettato da un team di architetti per assicurare un ridotto impatto ambientale e un limitato uso delle risorse, grazie a un telaio 100% in legno piemontese, un cappotto che garantisce elevate prestazioni energetiche, ampie vetrate/serra che favoriscono l’apporto di calore del sole e all’impiego di energie rinnovabili per il riscaldamento, oltre al recupero delle acque meteoriche e a un sistema di fitodepurazione per le acque di scarico.

La casa Marconetto è ispirata al modello americano delle Earthship, ecoabitazioni che stimolano a vivere in modo differente, puntando sull’autosufficienza energetica, sullo stretta interdipendenza tra edificio e natura e sull’organicità dei materiali costruttivi impiegati, provenienti da fonti rinnovabili e riciclabili a fine vita.

La casa è stata progettata pensando sia a una dimensione di natura privata, ricercando il massimo comfort abitativo, la salubrità dell’aria e degli ambienti, soddisfacendo le esigenze di vita della famiglia e creando un luogo di convivialità, in cui coltivare le proprie passioni, la musica in particolare; sia a una dimensione più ampia e “comune”, realizzando un’abitazione esemplare che sia modello di ispirazione e diffusione di una cultura di sostenibilità e di rispetto della salute del nostro pianeta.

Lo sviluppo del progetto si è fondato sulla costruzione del budget economico necessario e concordato con il cliente, adottando le soluzioni architettoniche e tecniche, che nel rispetto delle economie, consentissero di assolvere agli impatti socio-ambientali sopra descritti.

Attraverso un contratto trasparente, un iter progettuale e costruttivo definito, un approccio condiviso fondato sul riconoscimento di valori comuni è stato raggiunto un accordo equo per entrambe le parti.